Categoria: Rassegna stampa

Rassegna Stampa

Scritto da Segreteria,

Docufilm “Vite!”

La Stampa, ed. nazionale 8/4/2020 Leggi 

Archivio Multimediale della Memoria

La Stampa, ed. nazionale 21/3/2020 Leggi

 

La Nuova Via della Seta – Gemellaggio con i Terrazzamenti del Riso di Honghe Hani

Dossier sulla Visita in Yunnan 11-14 dicembre 2019  Leggi

Festival del Paesaggio Agrario – XI edizione, anno 2019

Comunicati e Rassegna stampa

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno

Architetture nei territori d’eccellenza

Scritto da Segreteria,

L’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, ente gestore del Sito UNESCO e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori e Paesaggisti della Provincia di Asti hanno sottoscritto un memorandum di intenti che pone le basi di una “duratura collaborazione”.

Il documento è stato siglato giovedì 24 ottobre a Nizza Monferrato, nell’ambito della giornata di studio “Architetture nei territori d’eccellenza: sostenibilità e criteri ambientali minimi (CAM)”.

Il memorandum sottoscritto da Gianfranco Comaschi, presidente del Sito UNESCO e da Fabio Musso, presidente dell’Ordine degli Architetti, individua come principi fondativi dell’intesa: l’etica deontologica “come principio fondante per qualsiasi azione territoriale, sia architettonica sia pianificatoria, che tuteli il Sito UNESCO, bene comune, in ogni sua componente”; la responsabilità “in quanto l’essere cittadini e parte di una comunità attiva include l’esercizio responsabile di una professione, quella dell’Architetto, sia dal punto di vista tecnico sia intellettuale”; il dialogo quale base di un “confronto reciproco e costante sui temi di pertinenza dell’Ordine professionale, riconosciuto come riferimento strategico consultativo per le trasformazioni territoriali”; la proattività nel promuovere “la cultura dell’eccellenza, attraverso iniziative formative e divulgative sui temi del paesaggio e dell’architettura in ogni loro accezione” (restauro, ristrutturazione, valorizzazione, nuova costruzione, pianificazione); la qualità come “elemento guida per le scelte legate alle politiche territoriali e alla gestione del patrimonio materiale e immateriale del Sito”.

Gli architetti di Asti sono il primo ordine professionale tecnico ad aderire all’Associazione Patrimonio; sono inoltre soci sostenitori i dottori agronomi e forestali delle province di Alessandria, Asti e Cuneo.

 

La giornata di studio si è aperta con l’intervento di Fabio Carosso, vicepresidente della Regione Piemonte e assessore all’Urbanistica il quale ha sottolineato come in questa fase storica sia necessario introdurre un nuovo approccio al paesaggio e al costruito: “E’ venuto il tempo di sacrificare il “brutto” e ciò che ha perso la sua funzione per spostare le cubature a favore di interventi necessari, da realizzare nel rispetto dell’efficienza e della sostenibilità”.

Dopo l’intervento del vice Presidente Fabio Carosso, il direttore del Sito UNESCO Roberto Cerrato ha descritto il lavoro realizzato con la pubblicazione delle linee guida per l’accessibilità e fruibilità nel sito UNESCO, un progetto finanziato nel 2016 dal Mibact: “L’Associazione Patrimonio – ha annunciato il direttore – omaggerà il manuale ai professionisti che ne faranno richiesta”.

Cerrato poi ha ricordato che proprio due anni fa a Nizza si tenne il simposio che diede vita al progetto con il Ministero e la Regione Piemonte.

Per tutta la giornata gli oltre 150 presenti – progettisti, amministratori e tecnici di Pubbliche Amministrazioni e imprese – si sono confrontati sull’adozione dei “Criteri Ambientali Minimi”, lo strumento normativo che consente agli enti pubblici di ridurre gli impatti ambientali degli interventi di nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione delle opere pubbliche. Il ruolo fondamentale dei professionisti nella tutela del paesaggio è stato richiamato dal presidente del Sito, Gianfranco Comaschi.

 

Fabio Musso sottolinea l’importanza formativa della giornata di studio: “Ogni attore tecnico ha il dovere etico e morale di perseguire con il proprio operato il massimo grado di qualità progettuale, soprattutto quando è chiamato ad intervenire in territori riconosciuti quale Patrimonio mondiale dell’umanità.

L’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Asti è orgoglioso di essere diventato socio sostenitore dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi vitivinicoli Langhe-Roero e Monferrato ed è felice di festeggiare questo “Patto per il Territorio” con la sottoscrizione di un memorandum di intenti per avviare un proficuo percorso comune di lavoro per la cura e la custodia del territorio”.

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno

Cultural Heritage and Environmental Resourse Protection

Scritto da Segreteria,

Si è conclusa la prima giornata di workshop sino-italiana sul Cultural Heritage and Environmental Resourse Protection, presso la Jiaotong University a Xi’an in Cina.

Il Direttore, Roberto Cerrato, all’interno delle attività relative al Forum Culturale Italia Cina, ha presentato il caso del sito vitivinicolo piemontese.

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno

Vigneti di Langa e risaie cinesi “gemellate” sotto l’egida UNESCO

Scritto da Segreteria,

Lunedì 7 gennaio inizierà la missione in Cina di Roberto Cerrato come direttore del sito Unesco di Langhe Roero Monferrato per predisporre il gemellaggio con gli omologhi cinesi delle risaie terrazzate dello Honge Hani, nella provincia dello Iunnan.

La cosa importante durante la settimana di permanenza in Cina saranno gli incontri con le università di Pechino , con il Comitato Unesco cinese, con l’ambasciatore italiano Ettore Sequi e le autorità locali .

«È la prima missione a livello italiano che mette insieme i siti Unesco a livello internazionale», spiega Cerrato. «Una buona partenza di attività per l’asociazione Patrimonio dei paesaggi vitivinicoli».

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno

Chiusura degli uffici per Festività Natalizie

Scritto da Segreteria,

L’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli con il suo CDA, coglie l’occasione per augurarvi un Buon Natale e un sereno Anno Nuovo!

Vi ricordiamo che gli uffici riprenderanno con regolarità le attività a partire da lunedì 7 gennaio.
Ci rivedremo nel 2019 con tante novità!

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno

L’ambasciatore della Corea del Sud visita il sito UNESCO

Scritto da Segreteria,

L’ambasciatore della Corea del Sud, Song Jong-Choi ha visitato, domenica 11 novembre, il sito Unesco dei Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, incontrando Massimo Caniggia, presidente dell’Enoteca regionale del Barbaresco, Gianfranco Comaschi e Roberto Cerrato, presidente e direttore dell’associazione che tutela i paesaggi delle nostre colline.

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno

Firmato il protocollo d’intesa per 200 colonnine di ricarica per auto elettriche

Scritto da Segreteria,

Martedì 16 a Palazzo Lascaris è stato firmato il protocollo di intesa fra l’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero-Monferrato e EnelX Mobility.

Un momento importante che vedrà un investimento di circa 2 milioni con cui EnelX doterà il territorio Unesco di Langhe, Roero e Monferrato di una fitta rete di ricarica per le auto elettriche.
Si partirà con 200 postazioni , ma il numero potrebbe aumentare se crescerà la domanda da soddisfare.

L’obiettivo è quello di creare il primo sito UNESCO italiano completamente visitabile a bordo di auto elettrica, di cui già ad oggi si stima un passaggio di circa 200 macchine sulle strade del territorio. Si auspica che questo investimento porterà maggiore attenzione alla sostenibilità su strada e che rivoluzionerà il traffico sul territorio.

Nella foto il Presidente Comaschi e il direttore Cerrato con l’Assessore Regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero e i rappresentanti di EnelX Mobility.

Il presidente Gianfranco Comaschi esprime soddisfazione: “ Come Associazione siamo particolarmente soddisfatti di questo importante accordo per tutto il territorio ricompreso nel sito UNESCO dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato. Ormai da tempo come associazione stiamo arrivando a dare i risultati attesi. Auspichiamo una pronta attuazione dell’accordo da parte di Enel x e saremo al fianco dei Comuni per aiutarli nelle pratiche relative all’attuazione operativa del progetto. Tutto cio’ si inserisce nei programmi di accessibilità e fruibilità del sito UNESCO che stiamo portando avanti anche in collaborazione con il MiBAC”.

 

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno

Inaugurato lo sportello di Casale Monferrato

Scritto da Segreteria,

Inaugurato lo sportello di Casale Monferrato

Con Coperniko visite immersive a 360°

 

Nel pomeriggio di sabato 22 settembre è stata inaugurata la nuova sede del sito UNESCO “Langhe, Roero e Monferrato – Zona 6” nella prima corte del Castello di Casale Monferrato.

Si tratta di uno sportello, aperto un giorno alla settimana in via sperimentale (il mercoledì dalle 9,30 alle 12,30, con la presenza del direttore dei Sito UNESCO Roberto Cerrato) in grado di mettere in collegamento diretto l’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato con i sindaci e i tecnici del territorio ma anche con i turisti.

Questa funzione di raccordo verrà svolta con particolare attenzione alla Zona 6 del sito (Il Monferrato degli Infernot). Il luogo prescelto è il Castello di Casale Monferrato per il suo ruolo riconosciuto di “porta” del Monferrato.

 

In ogni momento di apertura del Castello, all’interno dello sportello saranno comunque consultabili materiali forniti dall’Associazione e materiali divulgativi utili ad approfondire la conoscenza del territorio. Inoltre, nello sportello è stato installato uno strumento multimediale gratuito che consentirà la visita virtuale a tutte e sei le zone che costituiscono il Sito UNESCO. Lo sviluppo della piattaforma Coperniko, realizzata in collaborazione con AT MEDIA, si inserisce nel progetto Land(e)scape The Disabilities – Un paesaggio per tutti finanziato dal MiBAC per l’anno 2016 (il progetto è stato inoltre realizzato grazie al contributo dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte).

 

Ulteriori informazioni e richieste di apertura in orari e giorni diversi dal mercoledì dalle 9,30 alle 12,30 possono essere inviate all’email info@paesaggivitivinicoli.it.

 

Le dichiarazioni delle autorità

 

Titti Palazzetti (sindaco): «L’apertura di questo info point sul Patrimonio Unesco del Monferrato è una tappa fondamentale del percorso iniziato nel 2014 in collaborazione con Enti e Comuni interessati alla valorizzazione e alla diffusione della conoscenza del nostro meraviglioso territorio. Sappiamo che solo con l’impegno di tutti potremo riuscire a promuoverlo. Casale Monferrato, che da sempre è attenta e al servizio dei Comuni del comprensorio, anche in questa occasione intende fare la sua parte mettendo a disposizione un luogo fondamentale per la nostra identità storica e culturale».

 

Daria Carmi (assessore a Cultura e Turismo): «La zona 6 del Sito Unesco è fisicamente staccata dalle altre e questo ufficio diventa un elemento che ricuce i territori, che avvicina tutti. Il Monferrato ha caratteristiche proprie rispetto a Langhe e Roero e pertanto ha anche necessità peculiari. Fra queste quelle di sentirsi un unico luogo, a livello storico e identitario. Noi lavoriamo da decenni al servizio di tutti i paesi limitrofi, senza differenziare la Provincia di Alessandria e quella di Asti ma parlando di Monferrato. In questo momento di confusione e ripristino di tensioni amministrative questo gesto è ancor più affermativo della nostra volontà di essere uniti e non divisi».

 

Gianfranco Comaschi (Presidente Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato): «Per l’Associazione è un fatto importantissimo; c’è soddisfazione per realizzarlo in un contesto come quello del Castello di Casale Monferrato, in una sede che ci è particolarmente gradita, dove i valori di tutto il territorio sono certamente apprezzati e valorizzati. È fondamentale essere presenti in tutti le zone che caratterizzano il sito, complimenti al sindaco Palazzetti e all’assessore Carmi perché Casale Monferrato si dimostra particolarmente propositiva; questa apertura assume un’importanza strategica fondamentale, un punto di arrivo ma anche di partenza».

 

Roberto Cerrato (Direttore Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato): «Si tratta di un momento molto importante, un grande risultato, un’opportunità di avere diretta comunicazione con i Comuni in una cornice meravigliosa come quella di Casale Monferrato, un punto di riferimento e centro zona per tutto il territorio circostante».

 

Il tour virtuale del Sito UNESCO

 

Le sei componenti del Sito UNESCO di Langhe-Roero e Monferrato sono visitabili in un tour virtuale grazie al progetto innovativo “Land(e)scape The Disabilities – Un Paesaggio per tutti”, finanziato ai sensi della L. 77/2006 E.F. 2016, che ha visto la realizzazione di video a 360 gradi con l’algoritmo Coperniko, nello specifico Experientia (vincitore del Premio Innovazione SMAU 2016).

 

Riprese panoramiche con i droni e video di stanze e ambienti con hotspot interattivi sono confluiti in un Virtual Tour col quale è possibile visitare le sei componenti dei Paesaggi Vitivinicoli semplicemente muovendo la testa e senza usare mouse o tastiera, senza alcuna barriera architettonica o virtuale: un ulteriore passo avanti sul fronte dell’accessibilità del Sito UNESCO.

 

Categoria: Rassegna stampa
Tag:
Commenti: Nessuno