Categoria: Eventi

Mostra fotografica e documentaria “Vecchi mulini nei luoghi fenogliani”

Scritto da Segreteria,

La manifestazione, organizzata dalla Sezione albese di Italia Nostra, si terrà venerdì 20 maggio p. v., alle ore 17, nel salone espositivo della casa canonica della Parrocchia di S. Giovanni Battista ad Alba (piazza Pertinace, 4). Tale mostra rimarrà aperta fino al 12 giugno p. v., con il seguente orario settimanale di visita: sabato e domenica ore 10-12, 16-19.

 

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

Laboratorio Paesaggio

Scritto da Carola Giacometti,

Il 28 maggio inizia la XIV^ edizione del Festival del Paesaggio agrario, organizzato dall’Associazione Davide Lajolo odv, in collaborazione con l’Associazione Paesaggi Vitivinicoli UNESCO, Laboratorio Paesaggio.

L’edizione 2022 del Festival intende porre l’attenzione in particolare sul rapporto uomo – paesaggio per conoscere la campagna e vivere la sua essenza simbolica e anche mitica

Il primo evento del Festival 2022 è “Paesaggio è immagine”, esperienza di fotografia artistica amplificata dalla meditazione, proposto per la prima volta in Italia. Il laboratorio è pensato per tutti, anche soltanto dotati di un cellulare. La cornice è nel “mare verde”, descritto dallo scrittore Davide Lajolo, della Riserva naturale della Valsarmassa, nel territorio di Vinchio e Vaglio Serra, dichiarato patrimonio dell’Umanità nel 2014. Il ritrovo è alla Cantina di Vinchio Vaglio Serra per inoltrarsi nel Percorso dei nidi e giungere al Bricco di Monte del Mare – Bosco incantato.

Il principio ispiratore, proposto dalla fotografa astigiana Fabienne Vigna, è che uno scatto non si riduce soltanto a un click, ma racchiude tante storie, suscitate da un flusso emotivo circolare. Comprenderlo aiuta a cogliere l’essenza di ciò che ci circonda e riprodurla in un’immagine.

E’ un approccio molto utile per chi, ad esempio, quando si reca in un luogo e ne rimane affascinato vuole fotografarlo e vuole, nel rivedere gli scatti, leggere nell’immagine il livello emotivo di quello che ha visto e provato.

L’esperienza è amplificata dalla meditazione guidata da Anna Maria Quinterno, insegnante di Yoga e meditazione, autrice del saggio “Attiva il tuo cuore di fuoco”, che porterà i partecipanti a vivere il paesaggio con cuore aperto e mente quieta.

Gli scatti realizzati verranno pubblicati sul sito dell’Associazione Davide Lajolo, accompagnati dalle riflessioni dei partecipanti, verranno esposti in altri incontri del Festival e verranno condivisi in spazi di enti e associazioni.

Si ringraziano per la collaborazione la Cantina di Vinchio e Vaglio, il Comune di Vinchio e il Comune di Vaglio Serra.

Info e prenotazioni: 3474611407, www.davidelajolo.it

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

I Paesaggi Vitivinicoli in Sudafrica per il 50esimo anniversario della Convenzione del Patrimonio Mondiale

Scritto da Segreteria,

In occasione della commemorazione del cinquantesimo anniversario della Convenzione del Patrimonio Mondiale in Africa, l’African Heritage Fund, ICCROM, il Centro del Patrimonio Mondiale e il Museo di Robben Island organizzano a Robben Island, in Sudafrica, un incontro di trenta esperti del patrimonio, giovani leader e ufficiali del governo e del patrimonio africano e italiano al fine di discutere e scambiare esperienze e prospettive del Patrimonio Mondiale in Africa. L’incontro si svolgerà dal 25 al 28 maggio 2022.

L’Associazione è lieta di comunicare che il Direttore Roberto Cerrato è fra i partecipanti selezionati all’incontro in Sudafrica. L’evento sarà un’opportunità importante di condivisione delle migliori pratiche che negli otto anni di gestione, dall’iscrizione ad oggi, hanno caratterizzato il sito UNESCO dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.

Robben Island è iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dal 1999 come simbolo del trionfo dello spirito umano, della libertà e della democrazia sull’oppressione e il razzismo. L’isola dal 17mo al 20mo secolo fu utilizzata come carcere, ospedale per persone non accettate dalla società e poi come carcere di massima sicurezza per i prigionieri politici (Nelson Mandela vi fu incarcerato per molti anni), fino alla fine degli anni ’90 quando in Sud Africa cessò il regime di Apartheid.

Per maggiori informazioni sull’evento “World Heritage in Africa: looking back…mooving ahead”

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

A.S.T.I. FEST

Scritto da Carola Giacometti,

È il Festival dell’Architettura Astigiano, dove A.S.T.I. è l’acronimo di Architettura – Sviluppo – Territorio – Innovazione, che ha come focus principali l’architettura e la pianificazione urbana.

È uno spazio, reale e virtuale, nel quale creare occasioni di incontro, di confronto, di indagine critica sulla città, di esplorazione collettiva della realtà urbana astigiana.

È ricerca e stimolo per la realizzazione di interventi significativi in termini di qualità architettonica, sostenibilità economica ed ambientale, miglioramento delle condizioni sociali della popolazione.

È un contributo al dibattito rivolto alla ricerca di una nuova identità cittadina: sostenibile, condivisa e partecipata.

Quest’anno l’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato collabora con l’Ordine degli Architetti PPC Asti per l’edizione di quest’anno.

In allegato il programma.

Per maggiori informazioni AstiFest

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

Una nuova rubrica per la Paesaggi Vitivinicoli webtv: Ecologia in Tralci

Scritto da Segreteria,

L’Associazione Paesaggi Vitivinicoli è molto lieta di collaborare con Aica, Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale, nata nel 2003 ad Alba (CN), un progetto culturale che intende conoscere, studiare e promuovere le azioni di comunicazione ambientale a livello nazionale e internazionale. La collaborazione si inserisce nel contesto del progetto dell’Associazione Paesaggi Vitivinicoli “L’innovazione a supporto della tradizione per contrastare il cambiamento climatico nel sito UNESCO“, finanziato dal Ministero della Cultura, Legge 77/2006 E.F. 2019.

L’Associazione ed Aica hanno ideato una nuova rubrica per la Webtv dei Paesaggi Vitivinicoli, dal nome “Ecologia in Tralci”. Ecologia in Tralci è infatti una rubrica mensile, dedicata alla sostenibilità ambientale. In particolare, il ciclo di puntate coprirà un arco temporale di dodici mesi e sarà focalizzato sul mondo del vino, in tutti gli aspetti legati alla transizione ecologica.

Nella prima puntata di “Ecologia in Tralci”, Roberto Cavallo, Amministratore Delegato di Erica Soc. Coop., presenta alcuni aspetti relativi ai Paesaggi Vitivinicoli: la loro geologia, la conformazione attuale e la vitivinicoltura, i rischi del cambiamento climatico; proponendo alcune soluzioni e azioni da attuare, anche in vigna.

Per visionare la puntata, si rimanda alla sezione Webtv del sito ed ai canali social dell’Associazione.

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

I calici di vino più sostenibili si bevono con “Ecolog”

Scritto da Carola Giacometti,

Presentato alla 54esima edizione di Vinitaly il progetto Ecolog con i suoi servizi per le cantine, Ecolog Trade e Ecolog Consumer. Al centro la mobilità sostenibile, l’e-commerce e l’enoturismo

 

A Vinitaly, all’interno di Casa Coldiretti, è stato presentato “Ecolog”, l’innovativo progetto che offre strumenti sostenibili per la filiera vitivinicola, dalla mobilità a ridotto impatto ambientale e paesaggistico ai sistemi ottimizzati per l’e-commerce. Un progetto nato e realizzato da Coldiretti Cuneo e dal Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani che, terminata con successo la fase sperimentale sulle colline di Langa, si consolida e amplia la sua proposta nel segno dell’enoturismo.

Due le soluzioni innovative targate Ecolog che si traducono in un aumento di competitività per le cantine: la prima, “Ecolog Trade”, è finalizzata al B2B e riguarda il trasporto del vino con piccoli mezzi a basse emissioni destinato agli operatori del settore, la seconda, “Ecolog Consumer”, facilita la vendita diretta nazionale e internazionale (B2C) a seguito delle visite in cantina e attraverso l’e-commerce.

“Dopo ‘The Green Experience’, il progetto di Coldiretti Cuneo per una viticoltura ripensata e sostenibile che presentammo alla 52esima edizione di Vinitaly, torniamo sul palcoscenico della più prestigiosa kermesse enologica internazionale per presentare un altro progetto lungimirante nato sulle nostre colline, che raccoglie le sfide delle cantine in terra Unesco e ne fa opportunità di crescita. Un progetto che contribuisce non solo alla sostenibilità ambientale ma anche a quella economica delle aziende vitivinicole” commenta Roberto Moncalvo, Presidente di Coldiretti Piemonte nonché Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo.

“I vantaggi per le cantine che aderiscono a Ecolog – evidenzia Matteo Ascheri, Presidente del Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani – sono tangibili. Oltre a poter mostrare un biglietto da visita importante che attesta il loro impegno a favore dell’ambiente e della mobilità sostenibile, le aziende velocizzano le operazioni di prenotazione e logistica e hanno l’opportunità di trasformare le visite enoturistiche in vendite”.

La forza del progetto, realizzato con i contributi della Fondazione CRC per il servizio Trade e della Camera di Commercio di Cuneo per il servizio Consumer, sta nella sua ampia condivisione: “Oltre a suscitare l’interesse delle cantine – spiega il Direttore di Coldiretti Cuneo Fabiano Porcu – Ecolog ha raccolto sin da subito il sostegno dell’Associazione Paesaggi Vitivinicoli di Langhe Roero e Monferrato UNESCO World Heritage Site e dell’Unione di Comuni ‘Colline di Langa e del Barolo’ a conferma dell’impatto positivo che il progetto avrà sul territorio, riducendo il congestionamento dei mezzi pesanti sulle strade dei piccoli Comuni dell’area Unesco e rendendo questo territorio più fruibile per chi lo vive quotidianamente e per chi lo scopre da enoturista”.

La logistica di trasporto e distribuzione Ecolog, che si avvale di partner operativi quali Sandri e Santi Trasporti e Way To Go, si interconnette a piattaforme informatiche all’avanguardia gestite da Tesisquare e Direct From Italy.

“Abbiamo ideato una piattaforma informatica – spiega Elio Becchis, manager di Tesisquare – in cui le cantine possono gestire comodamente gli ordini, ottimizzare i ritiri in cantina e organizzare i groupage”. “Con la nostra piattaforma – aggiunge Denis Andolfo, founder di Direct From Italy – le cantine possono gestire e monitorare le vendite verso i clienti privati e calcolare in modo automatico le fiscalità previste, superando le complesse formalità che oggi frenano la vendita a distanza e l’e-commerce”.

“Coldiretti è pioniera nella promozione della vitivinicoltura sostenibile e da anni è in prima linea nell’ideare progetti di cura e attenzione all’ambiente e al paesaggio, dal vigneto fino alla cantina, con The Green Experience e, oggi, con Ecolog, progetti che creano sinergia ed economia sul territorio in linea con i dettami della rivoluzione verde e della transizione ecologica, direttrici imprescindibili per il futuro” ha dichiarato a Vinitaly il Responsabile nazionale del settore vino di Coldiretti Domenico Bosco.

Per maggiori informazioni visitare il sito web https://cuneo.coldiretti.it

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

“Disegniamo l’arte” nei castelli di Magliano Alfieri e Barolo

Scritto da Segreteria,

Sabato 9 e Domenica 10 aprile i bambini diventano artisti nei manieri di Langa

Fogli e matite colorate nei castelli di Langa per l’iniziativa “Disegniamo l’arte”, promossa da Abbonamento Torino Musei per bambini e ragazzi, che anche quest’anno torna nei manieri della Barolo & Castles Foundation.

Dopo le due edizioni organizzate in versione digitale causa pandemia per offrire un’occasione di svago a bambini e famiglie durante il lockdown, finalmente si torna in presenza in numerosi siti culturali del Piemonte con un’iniziativa che ha come obiettivo la promozione dei musei della regione attraverso l’arte e un sistema museale integrato e unitario.

I bambini avranno infatti l’opportunità di guardare con occhi diversi le collezioni e le architetture ed esprimersi disegnando con matite e pennarelli per reinterpretare le bellezze del nostro patrimonio storico, artistico e architettonico, lasciandosi conquistare dall’arte del disegno e con un’attività aperta a tutti.

Tra le colline di Langhe e Roero, nei manieri della Barolo & Castles Foundation, si comincia sabato 9 aprile a Magliano Alfieri con “L’uso del gesso nel Roero” e si continua domenica 10 aprile al WiMu di Barolo con “Gli stemmi nobiliari”: una doppia occasione per lasciarsi conquistare dall’arte del disegno e cogliere le suggestioni che gli spazi museali suggeriscono ai giovani visitatori, raccontando attraverso la propria creatività un personale viaggio tra gioco e arte.

L’USO DEL GESSO NEL ROERO: Museo dei soffitti in gesso nel castello di Magliano Alfieri, sabato 9 aprile ore 15

Il primo appuntamento con Disegniamo l’arte è quest’anno tra i paesaggi roerini. Sabato 9 aprile alle 15 al castello di Magliano Alfieri si parlerà de “L’uso del gesso nel Roero”: dopo una visita del Museo dei soffitti in gesso che documenta l’originale fenomeno decorativo diffuso nelle case contadine di Roero, Langhe e Monferrato e la sua tecnica costruttiva, sarà proposto ai bambini e ai ragazzi di lasciarsi ispirare dalle figure e dai motivi decorativi dei frammenti, tra cui fiori, animali misteriosi, stemmi e scene galanti, per realizzare la propria personale decorazione dedicata a un immaginario soffitto.

GLI STEMMI NOBILIARI: WiMu di Barolo, domenica 10 aprile ore 15 (“Disegniamo l’arte” sostituisce l’appuntamento della seconda domenica del mese con il WiMu delle Famiglie)

Domenica 10 aprile alle 15 tocca invece al WiMu di Barolo, dove le famiglie saranno accompagnate in una visita del piano nobile del castello Falletti, tra gli appartamenti ottocenteschi dei marchesi Tancredi e Juliette Colbert. Ai bambini e ragazzi toccherà poi il compito di ispirarsi a quanto osservato durante il tour, con particolare riferimento agli stemmi nobiliari che decorano il soffitto della Sala dedicata, realizzando un disegno a partire dal proprio, originale stemma.

Maggiori informazioni sui costi qui .

Prenotazioni obbligatorie al numero 0173/386697 oppure scrivendo a info@barolofoundation.it o castellomagliano@barolofoundation.it. 

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

«Dopo l’UNESCO, agisco!» 2022 torna il gioco di comunità che coinvolge 162 Comuni di Langhe, Roero e Monferrato

Scritto da Segreteria,

Dopo due anni di sospensione a causa della pandemia di COVID-19, parte la sesta edizione di «Dopo l’UNESCO, agisco!», il gioco di comunità a premi ideato dalla Regione Piemonte per coinvolgere i 100 comuni compresi nella lista del 50esimo sito della Word Heritage List Unesco.

Il gioco-concorso mette in competizione squadre capitanate dai Comuni, promosse da cittadini, aziende/associazioni e scuole che ritraggono i miglioramenti del territorio all’interno dei Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato inclusi nella Lista del Patrimonio mondiale semplicemente con la pubblicazione di due fotografie prima e dopo l’intervento accompagnate da una breve descrizione sul sito www.ioagisco.it entro il 31 agosto 2022.

«Dopo l’UNESCO, agisco!» è un progetto realizzato dalla Regione Piemonte in collaborazione con l’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.

Sono cinque le categorie all’interno delle quali potranno rientrare i progetti: Recupero e valorizzazione, Pulizia ambientale, Accoglienza, Pollice verde, Settore artistico. Per ogni categoria è stato individuato un esperto, che mensilmente potrà assegnare dei punti aggiuntivi ai progetti più meritevoli.

Il progetto si rivolge a chi lavora, studia e vive nei 100 Comuni del sito UNESCO, ai quali si aggiungono 62 Comuni attigui alla buffer zone.

La giuria di esperti «Dopo l’UNESCO, Agisco!» è composta dall’architetto Alessandra Aires, dalla fotografa Bruna Biamino, dal musicista Luca Morino, dallo storico del paesaggio Carlo Tosco e dal direttore creativo Roberto Vaccà.

Grande rilievo sarà dato alle azioni virtuali: tutti – anche coloro che vivono fuori dal sito UNESCO – possono votare uno o più progetti sul sito www.ioagisco.it e condividere il Manifesto dell’iniziativa sulla propria pagina Facebook.

La cerimonia di premiazione avrà luogo a settembre in un Comune del territorio UNESCO.

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

L’iniziativa Wineframes arriva nel Monferrato

Scritto da Segreteria,

L’Associazione è lieta di sostenere Wineframes, iniziativa culturale, nata dai due fotografi Nicola Sacco e Stefano Tripodi, che mira ad illustrare la viticoltura italiana attraverso la fotografia d’autore, con l’organizzazione di workshop ed esperienze fotografiche in collaborazione con aziende agricole e vitivinicole italiane selezionate.

Il 18 e 19 giugno 2022 l’iniziativa arriva nel Monferrato, nel comune di Fontanile, in provincia di Asti, presso l’azienda vitivinicola Monteruello.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno

La Festa in Tavola. I teatri della terra: patrimoni di natura e umanità

Scritto da Carola Giacometti,

Il convegno La festa in tavola. I teatri della terra: patrimoni di natura e umanità, in memoria del regista e drammaturgo Luciano Nattino, intende affrontare un cruciale tornante della postmoderna società del presente. La terra, la condizione contadina, la campagna stanno vivendo un importante momento di trasformazione. La tradizione sta perdendo gli ultimi attori che ancora hanno interpretato il teatro della vita, il cerchio del tempo, la collettiva memoria della comunità, il gesto e la parola, l’oralità trasmessa di generazione in generazione, da padre in figlio, da nonno a nipote. Si tratta di un momento di cambiamento culturale, sociale ed economico che sembra porre in discussione anche lo stesso farsi evolutivo dell’umanità. Raccogliere, custodire, narrare il futuro che sta scritto nel passato è un gioco di memoria inderogabile. I teatri dell’uomo che interpretano il circolare palcoscenico dell’anno e della vita devono pavesianamente ri-tornare a farsi terra e paese ri-portando in tavola la festa, il tempo dell’eterno ritorno, dell’eccezionalità e della quotidianità. Ritmi costitutivi di memorie, di riti, di feste, di cibi che hanno scandito una storia che va oltre la storia, una intrecciata mitologia in cui si può leggere una coscienza di natura e di ricercata umanità. Le colline del Piemonte meridionale che guardano al mare sono un interessante laboratorio di cultura dove ancora la festa e il cibo di tradizione persistono, si reinventano, si risemantizzano in un processo armonico quanto ardito di rinnovate piccole patrie nel mondo altro della postmodernità. Un paesaggio di costruzione/decostruzione materiale e immateriale di grande bellezza. Un orizzonte di ricercata felicità per chi vuole venire a scoprirla e a viverla e per chi ha a cuore, custodisce l’ecodiversità e l’etnodiversità. Un patrimonio d’intangibile valorialità utile per cogliere e interpretare le traiettorie di futuro al fine di delineare nuovi indirizzi di senso indispensabili per affrontare l’aggressività climatica che sta minacciando il mondo e la stessa sopravvivenza dell’umanità.

 

In allegato il comunicato stampa.

Categoria: Eventi
Tag:
Commenti: Nessuno